in

5 Migliori Chitarre Jazz (2021) – Classifica e Recensioni

Questo Articolo potrebbe contenere link di Affiliazione Amazon. Potremmo guadagnare una piccola commissione / commissione di affiliazione se effettui un acquisto tramite i nostri link di affiliazione.

Vuoi comprare una chitarra jazz, ma non sei sicuro di come fare la scelta giusta? Come scegliere tra marche e tipologie di chitarre diverse? Nelle prossime righe, ti aiuteremo a decidere quale chitarra jazz acquistare sulla base di una serie di valutazioni. La nostra analisi avrà ad oggetto alcune delle chitarre jazz più famose del mondo e che hanno fatto la storia di questo genere musicale.

In realtà, il jazz può essere suonato su qualsiasi strumento. Tuttavia, gran parte dei musicisti che vogliono fare jazz prediligono la versione archtop che consente di avere accesso a sonorità tipicamente vintage. Tuttavia, non disdegnano le chitarre hollow body oppure le solid body come una Telecaster.

Ci sono molti fattori che dovrebbero essere presi in considerazione quando si acquista una chitarra jazz. Che tipo di corpo vuoi? Di quale gamma di toni / qualità hai bisogno? Quanti soldi vuoi spendere? Vediamo queste informazioni in dettaglio nelle prossime righe.

Migliori chitarre jazz

1. Epiphone Casino ETCCVSNH1: chitarre jazz Epiphone

All’inizio di questa lista delle migliori chitarre jazz, c’è la Epiphone Casino nata sul solco della leggendaria Gibson ES-335. Il suo profilo a C leggermente appiattito aumenta in alto sul manico, creando una sensazione opportunamente vintage. Una pennata acustica emette un piacevole suono risonante. Scommettiamo che la costruzione interamente in acero della Epiphone Casino abbia qualcosa a che fare con questa caratteristica.

Prima di collegarti ad un amplificatore e iniziare a suonare, ascolta Ronny Jordan, poi Noel Gallagher, poi BB King, poi George Harrison e John Lennon. Diventa immediatamente evidente che questo stile di chitarra è estremamente versatile. Epiphone Casino non fa eccezione: i pickup, pur non comprendendo l’attacco dei PAF statunitensi, offrono tutto un suono fluido, dalla morbidezza in posizione frontale allo stridulo, al ponte in posizione rawk. È anche una delle migliori chitarre elettriche per il jazz a questo prezzo. A nostro avviso, questa è davvero una buona scelta per il rapporto qualità-prezzo.

Epiphone ETCCVSNH1 Casino Coupe Chitarra Elettrica, Raggera Vintage
  • Corpo completamente cavo e in acero laminato
  • Manico in mogano applicato in set-in collante

2. Guild Starfire: chitarre jazz Guild

La gamma Starfire – introdotta nel 1960 – ebbe un enorme successo, attirando musicisti come Duane Eddy e George Benson, per non parlare dei migliori chitarristi jazz al mondo come Buddy Guy, Muddy Waters, Lightin’ Hopkins e Robert Lockwood Jr. Lo Starfire II è una chitarra elettrica da 16,5 pollici, corpo cavo largo con una profondità di linea sottile e singola spalla mancante. Sebbene non abbia un blocco centrale completo, è presente un blocco di grandi dimensioni che collega la parte superiore a quella posteriore e viene utilizzato per montare il ponte in stile tune-o-matic e la cordiera a perno.

I pickup suonano in modo superbo, aggiungendo chiarezza di timbro alla versione hollowbody che è applicabile tanto al jazz vecchio stile quanto al root, al crunch alt-rock.

Guild Starfire I DC CHR · Chitarra elettrica
  • Colore: cherry red
  • Tipo di costruzione: Semi-Hollow Body

3. Gretsch Streamliner: chitarre jazz Gretsch

La conveniente linea Streamliner di Gretsch ha ricevuto un rilancio per il 2019, che equipaggia la gamma con i nuovissimi humbucker Broad’ Tron BT-2S dell’azienda. Il G2420 presenta un corpo completamente cavo, completo di una splendida meccanica Chromatic II. I nuovi humbucker hanno un rendimento maggiore rispetto alle vere Gretsch vintage, ma il G2420 è ancora una chitarra jazz con l’altezza dell’action piuttosto bassa, ideale per l’attacco scattante dei solisti in stile George Benson, mentre si presta bene anche al fingerstyle.

4. Fender Telecaster Classic Vibe: chitarre jazz Fender

Sebbene conosciuta meglio nel mondo country / rock come la chitarra preferita da molti musicisti, la Fender Telecaster si è fatta strada nell’idioma della chitarra jazz nel corso dei decenni. Conosciuta per il suo tono caldo, la suonabilità e la costruzione abbastanza solida, questa chitarra è una delle preferite tra i musicisti in studio e in viaggio di tutti gli stili. Come pregi abbiamo un corpo leggero ma durevole, un buon sustain, un rapporto qualità prezzo ottimo e una grande versatilità di suono. Dal punto di vista dei contro, invece, il suono non è propriamente jazzistico ma è sicuramente più moderno.

5. Fender Jazzmaster American Professional 2

La Fender Jazzmaster è una chitarra elettrica che è stata presentata per la prima volta durante il NAMM del ’58. Questa chitarra nasce per essere dedicata ai musicisti jazz ma nel corso del tempo ha trovato applicazione anche in altri ambiti come il pop e il rock. Ad esempio, uno dei suoi maggiori utilizzatori è stato Joe Pass. Dal momento in cui è uscita per la prima volta, questo modello di chitarra elettrica è stato rinnovato soprattutto dal punto di vista del design e dei controlli. Infatti, ad oggi, esistono decine di chitarre elettriche Jazzmaster di colorazioni differenti che offrono timbri di suono più o meno simili.

Migliori chitarre jazz: le tipologie

Fondamentalmente, ci sono tre opzioni principali:

Chitarre Hollow Body Chitarre Archtop – La chitarra archtop è la chitarra jazz per eccellenza in quanto è stata utilizzata da numerose leggende del jazz nel corso della storia dello strumento. È comunemente associato a musicisti famosi come Wes Montgomery (Gibson L-5), Joe Pass (Gibson ES-175) e Johnny Smith (Gibson Johnny Smith Model), ad esempio.

Chitarre a corpo semi vuoto – Questa chitarra è il modello “intermedio” della chitarra jazz. Non è piccola come le opzioni a corpo solido, ma non è grande come un archtop. Queste chitarre hanno meno problemi di feedback rispetto alle archtop, offrono un caldo tono “jazz” e sono più versatili delle chitarre archtop più specializzate. Alcuni dei famosi musicisti jazz che hanno utilizzato queste chitarre sono Emily Remler (Gibson ES-330), Larry Carlton (Gibson ES-335) e John Scofield (Ibanez Artists).

Chitarre a corpo solido – Questo è il tipo di chitarra che di solito si trova nella musica rock, country e blues, sebbene le chitarre a corpo solido vengano utilizzate anche dai chitarristi jazz. John Abercrombie ha utilizzato una chitarra jazz Ibanez e una Gibson SG, John McLaughlin ha utilizzato molte diverse chitarre Gibson solid body nel corso degli anni e Mike Stern ha sempre utilizzato una chitarra di tipo Tele. Le chitarre a corpo solido producono un suono coerente, hanno un volume elevato e sono quasi sempre immuni al feedback rispetto agli altri due tipi di chitarre jazz.

Chitarre Jazz Archtop

Allora cos’è una chitarra archtop? Come suggerisce il nome, un archtop è solitamente una chitarra semi-acustica con un caratteristico top arcuato e un corpo cavo.

Insieme alla parte superiore arcuata, un’altra caratteristica fondamentale di una chitarra archtop sono i “fori a f” su entrambi i lati. Questi fori sono comunemente visti sui violini e su altri strumenti della di quesa famiglia, ma gli archtop e le chitarre semi-hollow body sono alcune degli unici strumenti a presentare questo design. I fori hanno lo scopo di aiutare la chitarra a suonare in modo migliore.

Anche se la musica jazz ha iniziato a decollare solo negli anni ’20, la chitarra archtop è in circolazione da molto più tempo.

Il primo brevetto per quello che oggi consideriamo un classico design archtop fu depositato da Orville Gibson nel 1898. La Gibson Guitar Corporation iniziò a produrre il primo archtop con fori a f, la Gibson L-5, nel 1922. La L-5 era originariamente uno strumento acustico e utilizzato principalmente in big band. Una versione semi-acustica dell’L-5 divenne disponibile nel 1940.

I pro delle chitarre archtop:

  • Sebbene le chitarre archtop abbiano un corpo più grande rispetto alle chitarre solid body, sono straordinariamente comode da suonare.
  • Gli archtop hanno un tono molto caratteristico, il tono del jazz. Se suoni jazz, non c’è niente che possa battere una chitarra archtop.

I contro delle chitarre archtop:

  • Il più grande svantaggio delle chitarre archtop è la loro suscettibilità al feedback, ma ci sono cose che puoi fare per impedirlo.
  • Le chitarre a corpo cavo non sono versatili dal punto di vista del tono come le chitarre a corpo semi-cavo o a corpo solido. Il suono che producono è scuro e caldo, un suono non adatto a tutti gli stili musicali.

Chitarre Semi Hollow

Una chitarra semi-hollow ha un solido blocco di legno che attraversa il corpo e i due punti (i lati della chitarra più vicini al manico) sono scavati.

Il blocco centrale riduce parte del feedback che le chitarre hollow body possono sperimentare e il suono risultante tende ad essere più stretto e più concentrato rispetto a una chitarra elettrica tradizionale.

Poiché l’unica vera differenza tra chitarre hollow body e semi-hollow è il blocco al centro della chitarra, le due classi hanno un tono molto simile, con la chitarra hollow body che suona leggermente “più calda”, ma più incline al feedback.

Le chitarre semi-hollow hanno un suono e una sensazione jazz più “moderni” rispetto ai modelli archtop.

Il vantaggio principale di una chitarra semi-cava è che doma il feedback a cui sono inclini le chitarre a corpo cavo. Inoltre, mantiene alcuni dei toni caldi e rotondi per cui sono famose le chitarre jazz tradizionali senza sacrificare i suoni più nitidi e concentrati di una chitarra a corpo solido.

Una chitarra semi-hollow è più versatile rispetto a una chitarra jazz classica. I semi-hollow suonano “più jazzier” rispetto alle chitarre solid body. E, infine, sono strumenti più adatti per suoni distorti, ecco perché sono usati da chitarristi jazz come John Scofield e chitarristi rock come Dave Grohl.

Lo svantaggio principale di queste chitarre è che perdono il calore di una chitarra a corpo cavo. Tuttavia, i suoni sono ancora molto simili e musicisti jazz come Larry Carlton e John Scofield hanno tradizionalmente preferito questa chitarra come loro strumento distintivo.

Chitarre a corpo solido

Una chitarra a corpo solido è composta interamente da un unico blocco di legno. Le corde dello strumento sono tese sopra il corpo della chitarra e non ci sono fori extra per consentire al suono di echeggiare o amplificare.

Come suggerisce il nome, la differenza tra chitarre solid body e hollow body deriva dal fatto che, mentre uno strumento hollow body consente alle onde sonore di rimbalzare all’interno del corpo della chitarra per aumentarne il volume, la chitarra solid body fa affidamento su amplificazione elettronica.

Uno dei principali vantaggi dell’utilizzo di una chitarra a corpo solido è la dimensione. Le chitarre solid body sono più piccole delle loro controparti vuote o semi-cave, il che può fare la differenza per i musicisti preoccupati di esibirsi con uno strumento troppo ingombrante o ingestibile sul palco.

Una chitarra solid body non hanno problemi di feedback e sono più versatili in termini di suono, soprattutto se associate a pedali e amplificatori. Puoi usare questi strumenti in altri generi come il rock o il metal, il che è meno probabile quando hai a disposizione delle chitarre semi-hollow e hollow body.

Le chitarre solid body potrebbero non avere il miglior suono per i musicisti jazz. Sebbene ci siano alcune notevoli eccezioni a questa regola (chitarre di tipo Telecaster), molti musicisti tendono a preferire i toni caldi e rotondi tradizionali delle chitarre a corpo cavo, e una chitarra a corpo solido non può replicare quel suono.

Conclusioni

Dalle migliori chitarre jazz classiche semi hollow body alle migliori chitarre jazz dal corpo grande e alla chitarra archtop – e persino alcune opzioni di chitarra solid body, queste chitarre jazz sono disponibili in una vasta gamma di prezzi per tutti quelli che vogliono suonare questo incredibile genere. Molti degli strumenti presenti nella lista offriranno anni di prestazioni eccezionali a coloro che suonano stili di jazz fusion, tradizionali o più contemporanei.

Le chitarre jazz sono sfaccettate e peculiari come il genere musicale che producono. Pertanto, il tentativo di scegliere quale delle migliori chitarre jazz farà al caso tuo non è una decisione da prendere alla leggera. Come hai visto, ci sono diverse opzioni come chitarre jazz Ibanez oppure chitarre jazz Gretsch. Queste, inoltre, sono alcune delle migliori marche chitarre jazz che potrai trovare in circolazione. In ogni caso, la scelta che prenderai dipenderà in gran parte dalle tue preferenze di suono, dal tuo stile come chitarrista e dal budget che hai a disposizione.

Articoli Simili:

Ultimo aggiornamento 2021-04-12 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API